Il naso e i seni paranasali possono essere colpiti da malattie rare che coinvolgono questi distretti in modo esclusivo o in associazione ad altri organi. Spesso queste malattie si manifestano in modo subdolo, con sintomi generici comuni alle malattie che abitualmente colpiscono il naso, come le sinusiti. Tuttavia i sintomi più comuni come naso chiuso, sangue dal naso e croste nasali, con l’aggravarsi della malattia si associano a quadri allarmanti, quali la presenza di ulcerazioni mucose, masse endonasali e lesioni distruttive delle strutture interne del naso, che riflettono la natura aggressiva comune a tutte queste patologie se non adeguatamente trattate. Inoltre possono associarsi sintomi generali o a carico di altri organi particolari che contribuiscono a generare il sospetto che ci si trovi di fronte a una di queste rare patologie. Questi segnali d’allarme dovrebbero per questo indurre lo specialista Otorinolaringoiatra a sottoporre il paziente ad indagini più approfondite. Il medico specialista Otorinolaringoiatra è spesso dunque il primo specialista incontrato da un paziente con questo tipo di malattie ma non è l’unico.

Tutte le patologie rare del naso sono seguite tramite un approccio multidisciplinare, avvalendosi della collaborazione di diversi specialisti come Radiologi, Immunologi, Internisti, Infettivologi, Neurochirurghi e Oncologi. Questa collaborazione è necessaria per offrire al paziente le migliori soluzioni diagnostiche e terapeutiche per poter adeguatamente trattare la patologia riscontrata.

  • Granulomatosi con Poliangioite, GPA (Granulomatosi di Wegener)
  • Granulomatosi Eosinofila con Poliangioite, EGPA (Sindrome di Churg Strauss)
  • Sarcoidosi
  • Malattia IgG4 correlata
  • Linfomi nasali
  • Lesioni distruttive indotte da Cocaina
  • Policondrite ricorrente
  • Granuloma eosinofilo
  • Granuloma colesterinico