Gusto e olfatto sono sensi che appartengono al sistema della chemocezione.
Il funzionamento del gusto e dell’olfatto è complesso. Queste sensazioni hanno inizio quando le sostanze che percepiamo rilasciano molecole che stimolano le cellule sensoriali del naso, della bocca o della gola.
Le cellule nervose olfattorie sono stimolate dagli odori. Esse si trovano nel tessuto che si trova in alto dentro il naso e sono direttamente connesse al cervello.
Le cellule nervose gustative sono stimolate dal cibo e dalle bevande. Sono situate nelle papille gustative della bocca e della gola.
Queste cellule sensoriali trasmettono messaggi al cervello attraverso i nervi, dove specifici gusti ed odori sono discriminati.
Un altro processo chemocettivo, chiamato chemocezione comune, contribuisce all’olfatto e al gusto. Queste cellule trasmettono al cervello sensazioni come il calore (come dal peperoncino) o il freddo (come dal mentolo).

Come interagiscono il gusto e l’olfatto?
I quattro gusti fondamentali sono: dolce, acido, amaro e salato. Quando questi gusti, assieme alla consistenza, alla temperatura e ad informazioni dai chemocettori comuni, si combinano con gli odori, avviene la percezione del sapore. Il sapore definisce il cibo che viene mangiato ed è riconosciuto principalmente attraverso l’olfatto.